La risposta è sì, a determinate condizioni.


Fino a qualche anno fa aggiungere RAM era la cosa più sensata da fare. Spesso i PC uscivano dalla casa madre con la memoria "giusta giusta" per far funzionare il sistema e poco altro. Un'aggiunta spesso aiutava e permetteva di utilizzare il pc in maniera più fluida. Con l'andare del tempo però, e soprattutto con i continui aggiornamenti al sistema e alle applicazioni ed il divenire sempre più complesso degli antivirus, aumentare la ram non basta più.

All'oggi al scelta più sensata è sostituire il vostro vecchio Hard Disk (a destra) con un Solid State Disk (a sinistra), un disco allo stato solido.

I dischi tradizionali

I dischi tradizionali sono sempre stati un grande collo di bottiglia per il caricamento dei sistemi operativi e per lanciare i programmi più impegnativi come Word e Excel. I nuovi SSD arrivano ad avere velocità fino a dieci volte maggiori rispetto ai dischi tradizionali. I dispositivi come Telefoni e Tablet montano già SSD e come sappiamo possono rimanere in stand-by per lunghi periodi, e si avviano di norma più velocemente di un PC.

Inoltre, come possiamo vedere nell'immagine, i dischi tradizionali hanno un sacco di parti meccaniche in movimento al loro interno, e questo crea il rischio concreto di perdere dati nel caso si guastino per esempio a seguito di una caduta. I dischi allo stato solido invece sono come delle grosse chiavette ed è improbabile che si guastino per una caduta o un problema meccanico.

Come potete immaginare gli SSD constano di più rispetto agli Hard Disk tradizionali, ma da circa un anno a questa parte i prezzi sono calati un bel po' e l'operazione è divenuta abbordabile.

Se volete saperne di più inviateci un messaggio su Facebook o passate in negozio. Saremo felici di valutare la soluzione migliore per voi!